LogIn

Madre dell'Associazione


 Nel cuore del Salento, tra San

 Cataldo e Otranto, c'è la sede 

 nazionale dell'Associazione

 sociale Alveare.
 La masseria ha un parco di 15

 ettari, con scesa a mare, piscina

 riscaldata e coperta d'inverno, un

 grande spazio dove perdersi e

 ricontrarsi togliendosi dalla
 allienazione cittadina.
 E' anche una fattoria con cavalli,
 cani, capre, anatre, galline, orto 
 e frutteto.
 Un luogo in cui ritrovare il contatto

 con la natura e con se stesse e
 condividere con altre donne
 momenti di gioia e di scambio.
 Seguire gli eventi proposti,
 partecipare ai corsi, agli incontri
 alle manifestazioni.
 La masseria, casa privata,

 ospita 7 camere matrimoniali,

 una stanza soppalcata con otto

 posti letto, un trullo per due,
 un appartamento indipendente
 con 2 stanze matrimoniali e
 una singola, quattro roulottes
 medie e una grande con bagno

 interno, una barca tirata a terra

 con nove posti letto e un
 fantastico bagno.
 In più c'è una vasta area di
 campeggio sotto pini secolari.
 Un posto ideale per ospitare
 privatamente le responsabili
 dell'associazione nazionale
 e delle singole sedi locali,
 permettendo così che
 alcune socie incontrino il
 senso di promuovere libertà
 tra donne e per le donne.

Iniziative


 Le Iniziative, - corsi di formazione,
 eventi, dibattiti, presentazioni di
 libri, mostre d'arte, -
avvengono
 principalmente durante l'estate,
 periodo privilegiato per
 raggiungere la sede nazionale.
 Due volte all'anno la Masseria
 diventa luogo dell'Assemblea
 nazionale, e spesso del
 Coordinamento nazionale.
 Tutte le iniziative sono gratuite.
 L'Associazione nazionale
 collabora con, e a volte patrocina,
 altre associazioni quali: Sud Est
 Donne di Conversano, Dragare
 di Ceglie Messapica, Libera
 Federazione di Donne di Lecce,
 Circolo Culturale La Merlettaia
 di Foggia.

La nostra Filosofia


 La nostra Filosofia di ospitalità

 è basata sulla condivisione e
 sull'accoglienza.

 E' come si trattasse di una grande

 Comune dove ognuna partecipa

 alla vita delle altre specialmente la

 sera, quando, dopo le giornate di

 mare in cui si è più disperse, si

 può finalmente incontrarsi tutte

 assieme e partecipare agli eventi,
 ai corsi, alle discussioni su
 differenti temi di primo piano
 come il femminicidio, la sessualità,

 la discriminazione nel lavoro,
 la maternità, l'emarginazione,
 l'autocoscenza e l'autostima.

 Molto spesso le cene sono

 preparate dalle nostre ospiti

 che a turno si esibiscono nei

 loro piatti migliori.

 Non ci sono tavoli piccoli ma

 tavolate, che possono ospitare

 più di 60 donne.

 E' anche gradita la collaborazione

 nell'orto e nel frutteto, come
 terapia di gruppo sull'essenziale
 naturalità del vivere. Essendo una
 fattoria con molte specie di animali
 si intraprendono con loro
 avvicinamenti, come strumento
 terapeutico per migliorare il
 proprio comportamento fisico,

 cognitivo, psico-sociale e
 psicologico-emotivo.